Cooperazione decentrata e rapporti Italia-Bolivia: Siena ospita una conferenza internazionale

Posted by on Giu 4, 2011 in News da Carretera Central | 0 comments

Cooperazione decentrata e rapporti Italia-Bolivia: Siena ospita una conferenza internazionale

Una conferenza internazionale dedicata all’analisi e alle prospettive della cooperazione decentrata, con una particolare attenzione per i rapporti fra Italia e Bolivia, dopo l’attivazione di alcuni progetti di formazione professionale e sviluppo economico. E’ quella che Siena si prepara ad accogliere giovedì 9 e venerdì 10 giugno, negli spazi dell’Accademia dei Fisiocritici, in Piazzetta Silvio Gigli, 2, sotto l’organizzazione e il coordinamento dell’UNDP, il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo umano e il programma Art-Gold Bolivia, e dell’associazione di volontariato e cooperazione internazionale Carretera Central.

Le due giornate vedranno protagonisti rappresentanti delle istituzioni a livello locale e regionale; funzionari del Ministero degli Affari esteri italiano; il ministro boliviano dell’Autonomia; il vice-ministro boliviano con delega alla Pianificazione; l’ambasciatore di Bolivia in Italia; governatori e sindaci del Paese sudamericano e rappresentanti dei programmi di cooperazione portati avanti negli ultimi anni sotto il coordinamento dell’UNDP.

L’appuntamento offrirà anche l’occasione per approfondire le azioni di Carretera Central – come afferma il suo presidente, Adriano Scarpelli – che coordina una rete di cooperazione decentrata della provincia senese con diversi attori sociali ed economici interessati a condividere, con omologhi di altri paesi, esperienze, buone pratiche di gestione locale e strategie per l’impiego e la formazione professionale. “L’obiettivo di questa conferenza internazionale – spiega Scarpelli – è quello di far conoscere le attività di cooperazione decentrata promosse nell’ambito del programma ART Bolivia dell’UNDP, orientate a generare uno scambio e un confronto tra gli attori locali senesi e i dipartimenti di La Paz e Oruro in Bolivia. Al tempo stesso, cercheremo, con il contributo di numerosi e qualificati ospiti, di promuovere uno spazio internazionale per stabilire alleanze strategiche di sviluppo tra autorità nazionali, dipartimentali e locali boliviane, e la cooperazione internazionale europea, partendo da esperienze positive sviluppate negli ultimi anni”.

Proprio poche settimane fa – aggiunge Scarpelli – abbiamo firmato un accordo quadro con il Ministero boliviano di lavoro, impiego e previsione sociale, l’UNDP, il Governo autonomo del Dipartimento di La Paz e del Municipio di El Alto per portare avanti un progetto di formazione professionale rivolto ai giovani boliviani della città di El Alto, di età compresa fra i 18 e i 24 anni, per favorire il loro inserimento lavorativo e prevenire fenomeni diffusi di disagio sociale. L’accordo è finanziato dalla Fondazione Mps e cofinanziato dal programma di riferimento multilaterale per la cooperazione internazionale ART/UNDP, e coinvolge, tra gli altri soggetti, il Ministero di pianificazione allo sviluppo della Bolivia, il Ministero degli Affari esteri italiano, l’Arci provinciale di Siena e regionale Toscana, accanto ad altre associazioni impegnate nella cooperazione decentrata italiana. Si tratta di un risultato molto positivo, che vorremmo estendere, facendo rete con tutti i soggetti coinvolti”.

La conferenza internazionale si aprirà giovedì 9 giugno alle ore 9.15 con i saluti istituzionali, prima di entrare nel vivo con interventi che riguarderanno il processo di cambiamento in Bolivia; le azioni dell’UNDP e del programma Art Bolivia e la presentazione del progetto avviato da Carretera Central.

La prima giornata proporrà anche due tavole rotonde, con il coinvolgimento di numerosi rappresentanti istituzionali e del mondo associativo: una alle ore 15, dedicata ai risultati del processo di cooperazione decentrata e l’altra alle ore 16, sugli scenari futuri di cooperazione decentrata tra i due territori.

La seconda giornata, venerdì 10 giugno, si aprirà alle ore 9.15 con la presentazione del processo di decentramento e del quadro di autonomia della Bolivia, con l’intervento del ministro boliviano dell’Autonomia e del vice-ministro boliviano alla Pianificazione. Successivamente, si parlerà della cooperazione italiana in Bolivia, con il coinvolgimento di rappresentanti della cooperazione Italiana a La Paz. Seguirà una tavola rotonda di approfondimento, prima di lasciare spazio alla presentazione delle linee strategiche del Piano di sviluppo del Dipartimento e del Municipio di El Alto, di Oruro e La Paz.

I soggetti coinvolti. Numerosi i soggetti, istituzionali e non, che saranno coinvolti nella due giorni: il Ministero degli affari esteri; l’Ambasciata d’Italia in Bolivia; l’Ambasciata di Bolivia in Italia; la Regione Toscana; la Provincia di Siena; i Comuni di Siena, Colle di Val d’Elsa, Monteroni d’Arbia, Asciano e altri; la Fondazione Monte dei Paschi di Siena; gli attori della cooperazione decentrata italiana ed europea; l’associazione Carretera Central; l’Arci provinciale di Siena; l’Arci regionale Toscana; il Forum provinciale della cooperazione internazionale; la Cna provinciale di Siena; l’Istituto professionale “Cennino Cennini” di Colle di Val d’Elsa; la Camera di Commercio. La Bolivia, invece, sarà rappresentata da UNDP Bolivia; Ministero del lavoro impiego e previsione sociale; Ministero di sviluppo produttivo ed economia plurale; Ministero di pianificazione allo sviluppo; Ministero di Autonomia; Governo del Dipartimento di La Paz; Governo del Dipartimento di Oruro; Governo Autonomo Municipale di El Alto; il rappresentante dei movimenti sociali.

Qui scaricabile il programma completo della conferenza internazionale.

  • Programma in Italiano (pdf)
  • Programa en Español (pdf)
  • Per ulteriori informazioni è possibile contattare  l’associazione Carretera Central – Arci Siena – tel.0577-044327
E-mail: carreteracentral@arci.it

     

    Leave a Comment