Privacy Policy Cookie Policy

Cuba

2018 – 2017

Progetto “Verso Guantanamo” in partnership con l’associazione cubana Hermanos Saìz, rafforzamento dei servizi socio-culturali per lo sviluppo comunitario. Progetto di supporto alla casa della cultura di Guantanamo in particolare verso giovani e donne in difficoltà. Nel corso del 2018 sono previsti laboratori di formazione e approfondimento per i giovani artisti coinvolti, in special modo sul tema dello sviluppo locale.

  • Promuovere e rafforzare le capacità aggregative degli attori sociali coinvolti
  • Migliorare la collaborazione e il dialogo tra istituzioni pubbliche e organizzazioni comunitarie
  • Fungere da catalizzatore, attraverso la cultura utilizzandola come mezzo di coesione sociale e trasformazione positiva dell’essere umano e del suo ambiente circostante
  • Fornire un’alternativa culturale e formativa ai/alle giovani a rischio di esclusione o che hanno abbandonato la formazione scolastica obbligatoria
  • Promuovere i processi partecipativi e l’integrazione degli attori locali e della società civile
  • Miglioramento dell’operatività della Casa della Cultura di Guantánamo attraverso la fornitura di attrezzature necessarie per l’attivazione di percorsi formativi e culturali
  • Corsi e workshop destinati agli operatori cubani legati alla governance e a progetti socio-culturali, la cooperazione allo sviluppo, il ciclo del progetto, i processi partecipativi a livello di comunità, con l’inserimento di specifici moduli relativi alle tematiche di genere, l’ambiente, la risoluzione dei conflitti
  • Realizzazione di corsi di formazione di creazione teatrale su tematiche sociali con giovani e adolescenti della Casa della Cultura di Guantánamo
  • Realizzazione di corsi di produzione plastica e di danza con bambini ed adolescenti della Casa della Cultura di Guantánamo
  • Scambio culturale in Italia per giovani musicisti cubani, selezionati dall’Associazione Hermanos Saìz (AHS), per partecipare a workshop musicali internazionale di perfezionamento
  • Gli specialisti e operatori  di settore, tecnici e volontari che operano nella Casa della Cultura e della Musica di Guantánamo
  • Bambini di età prescolare, bambini della scuola primaria
  • Adolescenti e giovani tra i 14 e i 29 anni
  • Persone della terza età che prenderanno parte ai seminari di valorizzazione e creazione che realizzeranno i promotori della Casa della Cultura
  • Giovani artisti e giovani artisti toscani

 

Hermanos Saíz – Arci Comitato Regionale Toscano – Fondazione Accademia Chigiana – Associazione Rock Factory – Il Salto – Associazione Motus – Associazione Il cipollino felice – Auser Bettolle – Associazione Massira El Khadra

2016

Havana, in partnership con l’associazione cubana Hermanos Saìz e con Arci Regionale Toscana per la riqualificazione di spazi culturali, pesantemente danneggiati dagli uragani degli anni passati e il supporto a processi di creazione artistica e di formazione socio-culturale con i giovani e le giovani della comunità locale sulle tematiche che essi, e la comunità in generale, identificano come prioritari.

2013 – 2015

Progetto Santa Fe, rafforzamento dei servizi socio-culturali per lo sviluppo comunitario” ha reso possibile la riqualificazione degli spazi del cinema “Oasis” e della “Casa della Cultura” di Santa Fe e la messa a punto di laboratori di formazione con giovani nel campo dell’imprenditoria culturale.

  • Rinforzare la capacità di azione degli attori locali attraverso la riabilitazione degli spazi necessari per le azioni di promozione sociale nella comunità
  • Realizzazione di un programma di creazione audiovisiva ed arte plastiche coi niños/as, adolescenti e giovani della località e fautori degli Associazione Hermanos Saìz su temi concordi come problemi della comunità (sessualità) alcolismo, riciclaggio, ambiente, famiglia, adolescenza, etc.
  • Fortificazione del dialogo e dello scambio di buone pratiche tra gli attori sociali di Santa Fè e le istituzioni
  • Rafforzamento delle relazioni tra gli attori cubani e le organizzazioni internazionali
  • Promozione dei processi partecipativi e integrazione degli attori locali e della società civile per contribuire allo sviluppo sostenibile del Paese

NELLA SECONDA FASE:

  • Rafforzamento della capacità di azione degli attori locali attraverso l’equipaggiamento degli spazi necessari per le azioni di promozione sociale nella comunità, la formazione degli operatori e la stabilizzazione dei risultati ottenuti nella fase sperimentale
  • Stabilizzazione di un programma di valorizzazione e creazione artistica della comunità di Santa Fé
  • Stabilizzazione di un dialogo e di uno scambio di buone pratiche tra gli attori sociali di Santa Fé e le istituzioni e tra gli attori cubani e il territorio Toscano
  • Riabilitazione e adeguato equipaggiamento degli spazi del cinema Oasi e della Casa di Cultura affinché possano svilupparsi pienamente come spazi di socializzazione ed aggregazione comunitaria
  • Formazione del personale tecnico dei diversi centri sui temi della gestione istituzionale e di progetti; come un programma di iniziative comunitarie che includa tutti gli attori locali che si occupano di tematiche sociali
  • Realizzazione di materiali audiovisivi da parte dei niños/as della comunità, giovani fautori e la realizzazione di incontri di dibattito dei materiali prodotti, la trasmissione per i canali educativi della TV nazionale
  • Realizzazione di reti di scambio di buone pratiche con attori sociali ed istituzionali con esperienze in altri territori del paese, in America latina ed Europa
  • Specialisti e operatori di settore, tecnici e volontari che operano nella Casa della Cultura di Santa Fe e nel Cinema Oasis
  • Operatori locali
  • Bambine, bambini e giovani che hanno partecipato ai laboratori artistici e musicali
  • Giovani musicisti e artisti cubani
  • Giovani e artisti della Toscana
  • Associazioni toscane e associazioni cubane
  • L’intera comunità dei cittadini di Santa Fe

 

Hermanos Saíz – Arcs-Arci Cultura e Sviluppo – Siena Jazz – Provincia di Siena

2011 – 2012

Progetto AJIA.CU (Actividades Jovenes Infancia y Adultos Culturales) valorizzazione della cultura locale per l’inclusione sociale, la convivenza e lo scambio di saperi tra le culture e le generazioni.

  • Valorizzazione e potenziamento degli spazi e servizi del Museo Municipal di Guanabacoa per le attività culturali, ricreative e formative destinati alla popolazione municipale
  • Potenziamento e ottimizzazione della professionalità degli operatori museali per sensibilizzare la comunità locale rispetto al valore della propria cultura attraverso la formazione diretta e trasversale
  • Rafforzamento della rete locale tra museo, istituzioni locali e scolastiche, per la realizzazione di piani di sviluppo culturale territoriale
  • Rafforzamento del dialogo tra comunità e realtà territoriali cubane e partner locali italiani attraverso occasioni di interscambio e formazione sui temi della partecipazione attiva
  • Potenziamento dei servizi di guida e orientamento a turisti utilizzando il potenziale dei giovani della comunità
  • Potenziamento della produzione e della diffusione di materiale multimediale per promuovere le attività del museo e diffondere i risultati dei laboratori
  • Promozione culturale per mezzo di dinamiche intergenerazionali di carattere formativo per la sensibilizzazione e per l’inclusione sociale attraverso la valorizzazione dell’identità e della cultura
  • Incontri e Focus Group con gli operatori del museo, gli specialisti e le istituzioni locali per attivare la rete locale esistente
  • Incontri e Focus Group gestiti dagli operatori del museo con gli attori locali, gli insegnanti delle scuole e i docenti di arte
  • Corsi di formazione e presentazione di casi di studio di azioni locali
  • Pianificazione di dibattiti tematici sui temi dell’integrazione sociale, culturale e intergenerazionale
  • Realizzazione di iniziative e di programmi e identificazione di linee progettuali e pratiche a livello locale integrato
  • Attività di formazione e aggregazione culturale di profilo ludico per i bambini e per gli insegnanti
  • Attività condotte dagli operatori del museo all’interno del contesto scolastico insieme agli insegnanti,si tratta di attività incentrate sulla conoscenza del museo, sul suo significato simbolico e sulla rappresentazione territoriale
  • Corsi per la formazione di guide e di orientatori turistici per la valorizzazione del patrimonio storico, architettonico e culturale del municipio
  • Organizzazione di percorsi di educazione ambientale nei luoghi più significativi del municipio
  • Creazione di un gruppo permanente di giovani che possano fornire servizi di guida e orientamento turistico
  • Laboratori multimediali per la produzione di strumenti di promozione del patrimonio culturale locale
  • Laboratori sulle radici storiche e sui valori culturali del municipio
  • Laboratori di musica popolare e approfondimenti sugli artisti più rappresentativi di origine guanabacoense: Ignacio Villa (Bola de Nieve) , Rita Montaner , Ernesto Lecuona, Gerardo Guanche
  • La comunità della Municipalità di Guanabacoa
  • Gli operatori del Museo Municipal di Guanabacoa
  • Le scuole locali
  • I giovani della comunità locale
  • Gli anziani

Arci Nazionale – Arci Toscana – Arci Siena – ARCS-Arci Cultura e Sviluppo – Università degli Studi di Firenze – Università degli Studi di Siena

2011

Gemellaggio con la Scuola Elementare “Fernando Chenar Pena” di L’Avana. “Comitato per la Cooperazione Decentrata-ONU-UNOPS”, con Comune di Siena, Amministrazione Provinciale, Comune di Poggibonsi, Comune di Colle di Val d’Elsa, CGIL, CNA, Lega Coop, Università per Stranieri.

Progetto “Habana-Ecopolis” in collaborazione con Lega Ambiente nazionale, CRIC, COSPE, Università di Firenze, laboratori di formazione nel campo della pianificazione territoriale a Cuba.

  • Favorire la coesione sociale nei settori vulnerabili della popolazione
  • Realizzare attività di formazione socioculturali, sportive e ricreative in tre quartieri di differenti municipi de L’Havana: San Miguel del Padron (La Corea), Guanabacoa (La Jata), Centro Habana (Colón)
  • Ampliare quantitativamente e qualitativamente le attività dei centri, supportandoli anche nella ristrutturazione e manutenzione delle loro strutture
  • Appoggio al recupero e uso di spazi e servizi di gestione socioculturale dei 3 centri giovanili
  • Creazione di gruppi di lavoro nei centri giovanili sulle tematiche di musica, danza e arte plastica
  • Realizzazione di 2 workshopdi pianificazione biennale di attività socioculturali per le 3 comunità, integrate alla partecipazione della popolazione giovane della comunità
  • Acquisizione dell’equipaggiamento e materiali per le attività dei centri giovanili comunitari
  • Realizzazione di cicli di attività culturali varie: arti plastiche, musica, teatro, artigianato, danza, cinema
  • Realizzazione di laboratori fotografici con i giovani dei centri giovanili
  • Realizzazione di mostre e concorsi fotografici
  • Formazione e integrazione di tecniche e abilità per rafforzare la partecipazione e la coesione sociale
  • Realizzazione di conferenze e dibattiti sulle problematiche di sviluppo comunitario per la condivisione di strumenti, metodologia e buone pratiche sui programmi di inserimento giovanile e sociale con rappresentanti del governo locale, attraverso incontri comunitari
  • Realizzazione di corsi di Animazione Socioculturale
  • Interscambio di esperienze tra le organizzazioni taliane che hanno fatto parte del progetto Habana Ecopolis
  • Le comunità locali dei 3 quartieri (da scrivere)
  • I giovani con problemi sociali dei tre quartieri
  • Le donne con problemi sociali del tre quartieri
  • Gli adolescenti

Consorzio Habana Ecopolis (COSPE, CRIC, Legambiente, LAPEI, Arci)

2010

Progetto “L’Isola che c’è” per il sostegno ai centri giovanili e alla cultura giovanile; il progetto ha permesso la ristrutturazione di quattro centri giovanili socio-culturali in alcuni quartieri problematici de L’Avana e ha lanciato un programma di formazione nel campo dell’imprenditoria
culturale rivolto ai giovani.

  • Riqualificazione del centro giovanile del Quartiere La Corea Municipio di San Miguel del Padron, a L’Havana
  • Creare una rete culturale di relazioni
  • Prevenzione del disagio e dell’emarginazione sociale
  • Far uscire dall’isolamento culturale i giovani
  • Conoscere nuove forme di fare cultura
  • Permettere un interscambio con altre realtà
  • Realizzazione di workshop sperimentali nel campo della musica, danza, arti plastiche e arti audiovisive
  • Realizzazione di cd-rom musicali come prodotto dei workshop sperimentali
  • Realizzazione di prodotti audio-video come prodotti dei workshop sperimentali
  • Realizzazione di prodotti di arte plastiche come prodotti dei workshop sperimentali
  • La comunità del municipio di San Miguel del Padron
  • I/le giovani che frequentano il Centro
  • I/le adolescenti che frequentano il Centro
  • I/le bambini/e che frequentano il Centro
  • Gli anziani che frequentano il centro

Fondazione Siena Jazz – Arcisolidarietà Bassa Val di Cecina – Associazione Circolo Arci Khorakhanè – Associazione culturale Straligut! – Associazione Blue Train club – Arci Nuova associazione-Comitato di Pistoia

Archivi