Privacy Policy Cookie Policy

Sensibilizzazione

Progetti di sensibilizzazione

2014

Organizzazione della conferenza di approfondimento “Un Mondo di dirittiI diritti dell’infanzia in Italia e nel Mondo. La Giornata ha visto la partecipazione del Garante dell’infanzia e adolescenza Regionale, dell’Unicef e del Vicepresidente Nazionale di Arci Ragazzi.

2013

Partecipazione, insieme ad Arci Siena, alla realizzazione del Meeting Internazionale Antirazzista di Cecina (Li).

2012

Organizzazione di una serie di conferenze culturali a Roma, Milano e nella Provincia di Siena collegate alla presentazione del libro e del film documentario “Un sueño a mitad” e “Cuba. Scuole nazionali d’arte” (Siena e Feltrinelli Venezia).

Collaborazione alla realizzazione della X Conferenza internazionale del Terzo Settore promossa dalla “International Society for Third Sector Research” (ISTR) e dalla Fondazione “Fortes”. Conferenza che ha visto il presidente di Carretera Central nel ruolo di direttore della Fondazione
“Fortes”, curare tutti gli aspetti organizzativi della conferenza. La conferenza ha visto la presenza di oltre mille persone da 80 paesi e 80 centri di ricerca e la realizzazione di oltre 50 work shop e seminari formativi.

2011

Conferenza e laboratorio di formazione “Acqua: bene comune o risorsa economica?” Responsabilità condivise e lotte alla privatizzazione, dalla Patagonia Cilena all’Italia, con Jorge Weke – Portavoce Del Parlamento Mapuche Di Koz Koz (CILE).

Conferenza “Il popolo di piazza Tahir. Cosa sta cambiando in Egitto dopo le rivolte nel Maghreb?” Con Azza Kamel scrittrice e attivista egiziana.

Collaborazione alla progettazione e al coordinamento scientifico e organizzazione della conferenza “Recent Development in Philanthropy and Social Enterprise in Comparative Perspective”, promossa dalla “International Society for Third Sector Research” (ISTR) e fondazione Fortes. Conferenza che ha visto il presidente di Carretera Central Onlus nel ruolo di direttore della Fondazione “Fortes.

Collaborazione al forum internazionale “Iniziative Sociali Locali, Valore Sociale Aggiunto, Strumenti di Patnership e Finanziamento“. Promosso da REVES, European Network of Cities & Regions for the social economy e fondazione Fortes. Forum che ha visto il presidente di Carretera Central Onlus nel ruolo di direttore della Fondazione “Fortes.

Conferenza “Siena…Tillaberi. Lontane ma vicine per i diritti delle donne“. Incontro a sostegno della lotta contro le mutilazioni genitali femminili in Niger e gestione di un laboratorio di partecipazione e approfondimento sul tema.

Conferenza e laboratorio di formazione “TERRA” con mostra fotografica di Sebastiao Salgano sul tema “diritto alla terra e giustizia alimentare” con il patrocinio della Provincia di Siena.

2010

Iniziativa di formazione “Uniti contro la fame”, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, organizzata dalla FAO (Food and Agriculture Organization) e dalla prefettura di Siena, al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi legati alla fame e alla malnutrizione nel mondo.

Spettacolo teatrale “Un Taxi a Due Piazze”: iniziativa per la raccolta fondi per sostenere l’Associazione di donne colombiana Asomuca (Asociacion de Mujeres Municipales de Caucasia), associazione che si occupa della creazione di micro-imprese per le donne in difficoltà.

Conferenza “Sovranità alimentare in Brasile ‘Madreterra“, in collaborazione con Università degli Studi di Siena e laboratorio di formazione sui diritti degli agricoltori nei territori di riferimento.

Conferenza internazionale e incontro a Siena con la delegazione boliviana del Municipio di El Alto (La Paz – Bolivia) e con Unops (United Nations Office for Project Services) per firmare gli accordi strategici per il progetto di intervento rivolto agli adolescenti e giovani di El Alto.

2009 – 2008

Supporto e consulenza all’organizzazione e alla gestione del “Forum Provinciale della Cooperazione e Solidarietà Internazionale” e del “Tavolo Provinciale della Pace(2006 -2011)“.

2002

Edizione e presentazione del libro “Ombra sarò e non dama” di Carilda Oliver Labra, traduzione a cura di Lucia Lorenzini e illustrazioni di Roberto Fabelo.

Disponibile la versione pdf del testo al link.

Nasce a Matanzas nel 1924. A ventuno anni pubblica il suo primo libro di poesie (Preludio lírico). Da allora la sua attività di poetessa e di operatrice culturale, si ain patria che all’estero, si fa sempre più intensa. I suoi interessi, oltre alla poesia, spaziano dagli studi di diritto alle arti plastiche, alla poesia popolare (è organizzatrice di festival della décima e lei stessa ottiene premi per la sua attività in questo campo).

Nel corso degli anni, accanto al riconoscimento nazional ed internazionale, si consolida il suo rapporto preferenziale con la città d’origine, Matanzas, che le tributa importanti omaggi e dove ricopre cariche culturali ed istituzionali di rilievo.

Le sue poesie vengono inserite nelle maggiori raccolte di pieti cubani e ispanoamericani. Tra le più importanti: Cincuenta años de poesía cubana, a cura di Cintio Vitier(1952); Poesía hispanoamericana, antologia pubblicata in Spagna nel 1960; Poesía, social cubana, a cura di Mirta Aguirre (1980); Breaking the Silences. An Anthology of 20th Century Poetry by Cuban Women, a cura di Margaret Randall (1982); La generación de los ’50, a cura di Suardíaz e Chericían (1984), che verrà tradotto in italiano con il titolo de Poeti cubani: la generazione degli anni cinquanta (1985); Poetisas cubanas, a cura di Alberto Rocasolano (1985).

A Cuba è presente in tutte le associazioni culturali e i premi più importanti (tra cui il Premio Casas de las Américas). Come rappresentante della cultura del suo Paese, partecipa a vari eventi letterati in America e in Europa (V Incontro Internazionale di Scrittori per la Pace a Sofia, 1984; Bienal del Poesía Hispanoamericana a Madrir, 1987; Festival Internacional de Poetas a Mérida, Feria del Libro in Colombia, 1992), ed altre iniziative.

Dalle sue opere sono stati tratti documentari (Canto a Matanzas, tratto dalla sua poesia omonima; una serie televisiva sulla sua vita e la sua opera di produzione peruviana, 1982; Carilda, desaparece el polvo, diretto da Adolfo Llauradó, 1995), dischi (Yves Montand incidel nel 1981 una scelta di poesie tratte da Al sur de mi garganta; il suo sonetto Me desordeno, amor, me desordeno, viene musicato in Cile e negli Stati Uniti).

Nel 1998 le viene dato per la seconda volta il Premio Nazionale di Letteratura. La sua opera è ormai oggetto di convegno internazionali, traduzioni in inglese e in italiano, pubblicazioni in tutta l’America e in Spagna (a Madrid, nel 1980, viene creato il Concorso Internazionale di Poesia “Carilda Oliver Labra”).

Muore a Matanzas nel 2018.

Nasce a Camagüey (Cuba) nel 1951, è un pittore, scultore e illustratore.

Studia alla National Art School e alla Superior Art Institute de L’Avana. È stato professore e membro di importanti concorsi di arte visiva nazionali e internazionali. lo stato cubano gli ha conferito la medaglia per la Cultura Nazionale e la medaglia Alejo Carpentier per la sua eccezionale carriera artistica.

I suoi lavori sono esposti al Museo Nacional de Bellas Artes a L’Avana, e nell’Ambasciata cubana in Messico. La sua scultura del 2009, intitolata Survival, raffigurante un gruppo di scarafaggi con testa umana si può trovare che si arrampica sui muri dell’Havana Fine Arts Museum. Ha inoltre illustrato l’edizione del 2007 del romanzo di Gabriel García Márquez Cien años de soledad.

News su Progetti di sensibilizzazione
Archivi