Con Carretera Central una due giorni dedicata alla cooperazione decentrata Italia-Bolivia

Posted by on Giu 8, 2011 in News da Carretera Central | 0 comments

Con Carretera Central una due giorni dedicata alla cooperazione decentrata Italia-Bolivia

L’appuntamento giovedì 9 e venerdì 10 giugno all’Accademia dei Fisiocritici a Siena
Numerosi gli ospiti presenti, tra cui un ministro boliviano e alcuni rappresentanti dell’UNDP e della Farnesina

Si aprirà domani, giovedì 9 giugno a Siena, alle ore 9 all’Accademia dei Fisiocritici – in Piazzetta Silvio Gigli, 2 – la conferenza internazionale Analisi e prospettive della cooperazione decentrata. Italia, Europa, Bolivia. L’appuntamento è promosso sotto l’organizzazione e il coordinamento dell’UNDP – il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo umano e il programma Art-Gold Bolivia – e dell’associazione di volontariato e cooperazione internazionale Carretera Central, che ha sede a Siena. L’appuntamento andrà avanti anche venerdì 10 giugno e non mancheranno ospiti di livello nazionale e internazionale – a partire dal ministro dell’Autonomìa della Bolivia, Carlos Romero Bonifáz e dal viceministro per la pianificazione e il coordinamento del Desarrollo, Flavio Rivas Claros – accanto a rappresentanti delle istituzioni italiane, a livello locale e regionale; funzionari del Ministero degli Affari esteri italiano; l’ambasciatore di Bolivia in Italia, Grover Terán; governatori e sindaci del Paese sudamericano e rappresentanti dei programmi di cooperazione portati avanti negli ultimi anni sotto il coordinamento dell’UNDP.

L’appuntamento offrirà anche l’occasione per approfondire le azioni di Carretera Central – come afferma il suo presidente, Adriano Scarpelli – che coordina una rete di cooperazione decentrata della provincia senese con diversi attori sociali ed economici interessati a condividere, con omologhi di altri paesi, esperienze, buone pratiche di gestione locale e strategie per l’impiego e la formazione professionale. “L’obiettivo di questa conferenza internazionale – spiega Scarpelliè quello di far conoscere le attività di cooperazione decentrata promosse nell’ambito del programma ART Bolivia dell’UNDP, orientate a generare uno scambio e un confronto tra gli attori locali senesi e i dipartimenti di La Paz e Oruro in Bolivia. Al tempo stesso, cercheremo, con il contributo di numerosi e qualificati ospiti, di promuovere uno spazio internazionale per stabilire alleanze strategiche di sviluppo tra autorità nazionali, dipartimentali e locali boliviane, e la cooperazione internazionale europea, partendo da esperienze positive sviluppate negli ultimi anni”.

Proprio poche settimane fa – aggiunge Scarpelli abbiamo firmato un accordo quadro con il Ministero boliviano di lavoro, impiego e previsione sociale, l’UNDP, il Governo autonomo del Dipartimento di La Paz e del Municipio di El Alto per portare avanti un progetto di formazione professionale rivolto ai giovani boliviani della città di El Alto, di età compresa fra i 18 e i 24 anni, per favorire il loro inserimento lavorativo e prevenire fenomeni diffusi di disagio sociale. L’accordo è finanziato dalla Fondazione Mps e cofinanziato dal programma di riferimento multilaterale per la cooperazione internazionale ART/UNDP, e coinvolge, tra gli altri soggetti, il Ministero di pianificazione allo sviluppo della Bolivia, il Ministero degli Affari esteri italiano, l’Arci provinciale di Siena e regionale Toscana, accanto ad altre associazioni impegnate nella cooperazione decentrata italiana. Si tratta di un risultato molto positivo, che vorremmo estendere, facendo rete con tutti i soggetti coinvolti”.

Il programma di domani, giovedì 9 giugno. La prima giornata si aprirà alle ore 9.15 con i saluti di Franco Ceccuzzi, sindaco di Siena; Gabriele Berni, assessore alla cooperazione internazionale della Provincia di Siena; Luca Ceccobao, assessore regionale; Adriano Scarpelli, presidente di Carretera Central; Serenella Pallecchi, presidente dell’Arci provinciale di Siena; Gabriello Mancini, presidente della Fondazione Mps; Alessandro Masi, sindaco di Sovicille; Massimo Guasconi, presidente della Camera di Commercio di Siena; Giovanni Camilleri, Coordinatore Internazionale dell’Iniziativa ART UNDP Ginevra e rappresentante residente del PNUD Bolivia; Grover Terán, ambasciatore di Bolivia in Italia e Francesco Capecchi, del Ministero italiano degli affari esteri. Alle ore 10 la conferenza entrerà nel vivo con il dibattito sul processo di cambiamento in Bolivia e le sue implicazioni nei diversi livelli istituzionali – nazionale, dipartimentale, municipale – con gli interventi di ministri, governatori e sindaci boliviani. A seguire, il rappresentante del PNUD Bolivia parlerà della complementarietà tra il quadro multilaterale e la cooperazione decentrata, prima di presentare le azioni del Programma Art Bolivia (UNDP Bolivia) con gli interventi del suo coordinatore, Enrique Gallicchio e di un rappresentante del Governo autonomo del municipio di El Alto e di Carmelita Breccione Mattucci, coordinatrice del progetto di Carretera Central Il Mio primo Lavoro Degno – Un’opportunità per la vita e per il lavoro, al centro di un accordo quadro firmato poche settimane fa per sostenere la formazione professionale dei giovani boliviani, favorire il loro inserimento lavorativo e prevenire fenomeni diffusi di disagio sociale.

Nel pomeriggio, alle ore 15, la conferenza tornerà con una tavola rotonda sui risultati del processo di cooperazione decentrata, moderata da Fausto Bertoncini, del Forum provinciale della cooperazione e solidarietà della Provincia di Siena, con Fabio Dionori, assessore al decentramento della Provincia di Siena; Jacopo Armini, sindaco di Monteroni d’Arbia; Massimo Bartalucci, responsabile del Centro per l’Impiego di Siena; Domenico Bruzzone, direttore della cooperazione italiana in Bolivia; Maria Josè Caldes Pinilla, responsabile della cooperazione sanitaria per la Regione Toscana e alcuni soggetti boliviani e italiani che operano nella cooperazione internazionale. Alle ore 16 è prevista una seconda tavola rotonda, sugli scenari futuri di cooperazione decentrata tra i due territori, coordinata da Claudio Machetti, dell’Arci provinciale di Siena, con Gabriele Berni, assessore alla cooperazione internazionale della Provincia di Siena; Roberto Pianigiani, sindaco di Asciano; Marco Spinelli, consigliere regionale; Massimo Guasconi, presidente della Camera di Commercio di Siena; Enrico Cecchetti, della deputazione Fondazione Mps e alcuni soggetti boliviani e italiani.

La seconda giornata, venerdì 10 giugno, si aprirà alle ore 9.15 con la presentazione del processo di decentramento e del quadro di autonomia della Bolivia, con l’intervento del ministro boliviano dell’autonomia e del vice-ministro boliviano alla pianificazione. Successivamente, si parlerà della cooperazione italiana in Bolivia, con il coinvolgimento di rappresentanti della cooperazione Italiana a La Paz e delle linee strategiche del Piano di sviluppo del Dipartimento e dei Municipi di El Alto, Oruro e La Paz.

Qui scaricabile il programma completo
della conferenza internazionale.

  • Programma in Italiano (pdf)
  • Programa en Español (pdf)
  • Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

    Leave a Comment